"La passione per l’alchimia del vetro mi scorre nel sangue. Eredità di famiglia.

Mio padre Ugo Perziano e i suoi tre fratelli decisero di intraprendere la professione di vetrai, aprendo la prima fornace in Sacca Serenella e, affascinati dalla magia del vetro di Murano, scelsero di lavorare e vivere in laguna, ove il nonno era giunto ai primi del ‘900. La mia famiglia venne accolta nell’esclusiva comunità dei vetrai muranesi, che avevano apprezzato la passione che i Perziano nutrivano per le trasparenze e i riflessi acquei del vetro.

Mio padre Ugo mi trasmise l’amore per questo materiale, imprendibile e delicato.

"Gli anziani maestri vetrai mi sostengono oggi nel proseguirne la ricerca e l’opera."

Roberto Perziano